Creazione del Mandala al carcere di Bollate

news_mandala
Clicca per altre foto

La Casa di Reclusione di Milano Bollate ha ospitato per la prima volta in Italia, dal 25 al 28 febbraio 2013, la creazione di un mandala di sabbia elaborato da monaci buddhisti, evento promosso dal Tour della Compassione e dell’Armonia del Monastero di Sera Jey e realizzato nell’ambito del Progetto Liberazione Nella Prigione, che da circa tre anni opera presso il carcere tenendo corsi e ritiri di meditazione, incontri con monaci e Lama tibetani. Il Progetto ha sede presso l’Istituto Lama Tzong Khapa di Pomaia (www.iltk.org ) ed è patrocinato dall’UBI, Unione Buddhisti Italiani.
Anche in questa circostanza il carcere di Milano Bollate si dimostra all’avanguardia nello sperimentare e creare spazi di dialogo e di promozione della pace, di cui il mandala è un simbolo universale riconosciuto in tutte le culture del mondo. Il progetto è stato sostenuto con grande entusiasmo dalla Direzione, dagli educatori e da tutto il personale della Casa di Reclusione di Milano Bollate.

Un gruppo di monaci di uno dei più grandi e più importanti monasteri tibetani esistenti, Sera Jey, nel Sud dell’India, sarà impegnato per circa un anno in un tour europeo, denominato “Tour della Compassione e dell’Armonia” per  depositare i semi di questi princìpi tramite  danze sacre e rituali della cultura tibetana. Il monastero di Nalanda in Francia e la FPMT Italia, sostenuti dall’entusiasmo del Progetto Liberazione nella Prigione, hanno voluto inserire nell’itinerario del Tour il carcere di Bollate, come uno dei luoghi più significativi   in cui realizzare un Mandala di Sabbia. Infatti, tutti  coloro che sono coinvolti  in questo processo creativo acquisiscono dei meriti, non solo i monaci che lo tracciano, ma anche chi assiste e chi fornisce il luogo in cui la cerimonia si svolge e, infine,  lo spazio in cui si realizza ne risulta consacrato.

L’evento si svolto a titolo gratuito, com’è nella natura di tutte le attività del Progetto Liberazione nella Prigione, ma parallelamente è stata avviata una raccolta fondi per contribuire allo sviluppo dell’ Educazione Monastica di Sera Jey. Occorrono risorse per finanziare il Progetto della Classe di Dibattito che prevede, per la prima volta nella storia monastica, la costruzione di una struttura interna in cui svolgere il Dibattito. Il Progetto include la realizzazione di un Ufficio per il programma “La Scienza incontra il Dharma”, promossa da Sua Santità il Dalai Lama, per permettere a monaci e monache l’accesso alle materie scientifiche, divenute ufficialmente parti del  curriculum monastico.

One thought on “Creazione del Mandala al carcere di Bollate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *